Centro storico e commercio

Centro storico e commercio sono stati i temi al centro del dibattito che si è svolto giovedì sera in occasione del terzo incontro pubblico promosso dalla coalizione (Castello in Comune, Città Futura, Partito Democratico e Uniti al Centro per Castello) che sostiene Fausto Tinti a sindaco di Castel San Pietro Terme.

Il partecipatissimo confronto sulla valorizzazione del centro di Castello e delle sue attività commerciali ha dimostrato chiaramente come il rilancio del centro storico sia uno dei temi fondamentali su cui costruire insieme ai cittadini il programma elettorale per il secondo mandato di Fausto Tinti a sindaco di Castel San Pietro Terme.

«Il dibattito coi cittadini, che hanno dimostrato di amare fortemente Castello e di voler partecipare alla costruzione della sua nuova storia, ci ha consegnato una grandissima responsabilità – ha detto a fine serata il sindaco, Fausto Tinti –: è necessario stringere un patto fra residenti e commercianti, fra tutti coloro che vivono o lavorano nel centro storico, per ridisegnare il futuro di questa città. I presenti ci hanno chiesto più coraggio e noi abbiamo tutto l’entusiasmo, le capacità e le competenze per farlo, lavorando insieme e cercando una sintesi fra le diverse esigenze e posizioni».

A passare in rassegna quanto fatto negli ultimi cinque anni dall’amministrazione comunale in carica è stato l’assessore al commercio e al turismo, Tomas Cenni, che ha sottolineato come il dialogo e il proficuo rapporto di collaborazione instaurato con i commercianti, le associazioni di categoria e la Proloco sia diventato un buon metodo di lavoro per la valorizzazione del centro storico. Cenni ha ricordato per punti, gli impegni realizzati: dal piano sosta – che ha generato risorse per oltre 180mila euro che sono finalizzate alla riqualificazione del centro storico – all’abbattimento delle barriere architettoniche, dalla realizzazione delle piste ciclabili alla riqualificazione del voltone del Cassero, dal rifacimento del passaggio pedonale della Casa della Salute alla valorizzazione dei mercati e al calendario dei tanti eventi che, soprattutto se realizzato su più giornate, attirano sul territorio anche i non residenti come il Giugno castellano, il Very Wine, lo Street Food Festival, Bimbinbici, la Festa del Borgo e le Giornate di primavera del Fai .

Tra le questioni rimaste aperte, Cenni ha ricordato la destinazione futura da conferire all’ex autostazione, di cui il Comune di Castel San Pietro ha acquisito la proprietà dall’ex Provincia di Bologna, la ripavimentazione di piazza Galvani, il parcheggio sud della stazione, la rotoatoria Scania-Marconi e le migliorie del mercato del lunedì.

Ad anticipare le principali proposte della coalizione per il prossimo mandato ci ha pensato, invece, Graziano Prantoni, primo cittadino di Castel San Pietro Terme dal 1994 al 2004 e per sette anni presidente regionale dell’Unione di prodotto Città d’arte, cultura e affari. Prantoni ha insistito sulla vocazione turistica di Castel San Pietro da promuovere («Serve lavorare di concerto con Proloco e Bologna Welcome per attirare più turisti alle terme, nella Fitness Valley del Sillaro e sul nostro territorio») e, in linea con l’impegno all’ascolto fissato dal candidato Fausto Tinti, sulla necessità di favorire la partecipazione di tutti i soggetti in campo per la definizione di un progetto di ampio orizzonte per il futuro della città e della sua connotazione identitaria. «E’ fondamentale creare le condizioni – ha spiegato Prantoni – affinché chi abita o lavora o frequenta il centro storico si senta fiero di quel centro storico». Per questo Prantoni ha ribadito la necessità che ha palesato la coalizione di «aprire un tavolo per la qualità del vivere del centro storico che sia accogliente e che comprenda tutti i soggetti che ci abitano, lavorano e lo frequentano».

Tra le criticità segnalate dai presenti all’incontro la necessità, da una parte, di tenere in considerazione le esigenze dei residenti del centro storico; dall’altra, di calmierare gli affitti per chi ha una attività commerciale nel cuore della città. I residenti hanno chiesto una fotografia degli abitanti del centro storico (quanti sono, l’età, cosa fanno, quanti se ne sono andati…), azioni per favorire il ricambio generazionale, un piano di ristrutturazione ed efficientamento qualitativo degli edifici, la manutenzione delle strade e della rete fognaria e attività culturali per favorire il coinvolgimento della popolazione più giovane (wifi, rassegne musicali ed eventi culturali gratuiti che coinvolgano le associazioni e le aziende tipiche del territorio). I commercianti hanno, invece, segnalato la chiusura di 36 negozi di vicinato in centro negli ultimi tre anni e il trasferimento di alcuni esercenti in zone più periferiche e meno costose. Chiedono più segnaletica che informi sulla storia e le attrazioni di Castel San Pietro chi frequenta luoghi molto vicini come Fico, il Villaggio della Salute o l’Outlet e benefit per agevolare e favorire il commercio di qualità, magari tramite la creazione di un network di vantaggi da strutturare per bypasssare la concorrenza sleale del e-commerce. Tra le altre tematiche messe in evidenza: la definizione di un piano complessivo, da affidare a professionisti dell’urbanistica e della progettazione, per la valorizzazione del centro storico che rispetti la sua identità storica ma anche le nuove esigenze dei residenti, stabilire il futuro dell’ex autostazione (abbatterla o pensare a un concorso di idee; tra le proposte, farvi la sede dell’ufficio turistico), il miglioramento della qualità della vivibilità del centro e della qualità dell’aria (trovare una sintesi fra pedonalizzazione sì-pedonalizzazione no con soluzioni alternative), la riqualificazione di piazza dei Martiri Partigiani e la pavimentazione di piazza XX Settembre. E ancora: la rotatoria Scania-Marconi con relativa pista ciclabile e il superamento del dislivello del parcheggio dell’ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close